Ancora vendite a Wall Street: Dow chiude in area 11 mila punti

Inviato da Marco Berton il Mer, 17/11/2010 - 07:25
L'effetto-Irlanda colpisce anche Wall Street, penalizzata anche da alcuni dati macro e dalla possibilità che le autorità cinesi mettano in campo nuove misure restrittive per frenare l'inflazione. Niente di nuovo dalla riunione dell'Ecofin. Dublino continua a non chiedere l'accesso al fondo salva-Stati ribadendo che fino a tutto il primo semestre 2011 non ci sarà bisogno di rivolgersi ai mercati; la stessa cosa non si può dire delle banche dell'isola, che necessitano di fondi freschi per essere ricapitalizzate. Per quanto riguarda invece i dati macro, sotto le attese i dati relativi prezzi alla produzione e produzione industriale (+0,4% e 0,0% m/m a ottobre). Ultimo arrivato in ordine di tempo l'indice Nahb, che registra una crescita da 15 a 16 punti della fiducia dei costruttori di case. Infine la Cina, con le autorità che secondo indiscrezioni starebbero per mettere in campo nuove misure per frenare l'inflazione, rallentando così anche la crescita generale. Il Dow ha così chiuso in calo dell'1,59% portandosi a 11.023,5 punti, -1,62% per lo S&P a 1.178,34 e -1,75% per il Nasdaq a 2.469,84; +11,78% per il Vix, l'indice che misura la paura degli investitori, che torna sopra quota 20 punti a 22,58
COMMENTA LA NOTIZIA