Ancora effetto Egitto sul petrolio. Per Goldman i rischi sono esagerati -1

Inviato da Micaela Osella il Lun, 07/02/2011 - 15:09
E' ancora la crisi in Egitto a scaldare il petrolio tornato a flirtare con la soglia fatidica dei 100 dollari al barile. In mattinata i futures sul Brent per consegna marzo sono saliti di 97 cent a 100,80 dollari. Il 3 febbraio il contratto ha toccato un massimo intraday a quota 103,37, il livello più alto da settembre 2008. I movimenti dei derivati Usa sono più moderati (+21 cent a 89,24 dollari), con gli investitori che guardano oltre la crisi politica egiziana e si concentrano più sulle alte scorte di petrolio. Da questa mattina il Brent è tornato a salire sui timori che le turbolenze in Egitto possano contagiare anche altre aree del Medio Oriente e del Nord Africa, interrompendo le forniture di energia.
COMMENTA LA NOTIZIA