Ancora acquisti sulle Borse europee

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 17/06/2010 - 17:40
Le Borse europee hanno chiuso ancora una volta in territorio positivo. L'umore si è rasserenato grazie al buon esito dell'asta di titoli di stato spagnoli. Il governo di Madrid è infatti riuscito a piazzare 3,48 miliardi di euro sul comparto a 10 e 30 anni. Così a Londra l'indice Ftse ha terminato in rialzo dello 0,29%, l'indice Cac40 di Parigi ha guadagnato lo 0,16% e il Dax di Francoforte è salito dello 0,40%. La migliore piazza europea è stata Madrid, dove l'indice Ibex ha terminato con un +0,73% Gli acquisti si sono concentrati soprattutto sui titoli bancari, grazie alla volontà dell'Unione europea di alzare il sipario sugli stress test, cioè i risultati dei test di resistenza che misurano la capacità degli istituti di credito di far fronte alla crisi. Tra le singole storie, occhi ancora puntati su British Petroleum. L'azione del colosso britannico del petrolio è balzata di circa 7 punti percentuali, dopo i recenti ribassi. Bp ha accolto la richiesta avanzata dal presidente americano Barack Obama di finanziare un fondo da 20 miliardi di dollari per gli indennizzi alle vittime della marea nera. Una decisione che gli è costata la sospensione del pagamento dei dividendi per quest'anno. In luce anche la francese Rhodia, in rialzo di quasi il 4%, che ha festeggiato sul listino di Parigi l'acquisizione della cinese Feixiang Chemicals. Il prezzo dell'acquisizione è basato su un enterprise value pari a circa 489 milioni di dollari per il 100% della società.
COMMENTA LA NOTIZIA