1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Anche un’ipotesi inglese nel futuro di Arpe

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo le dimissioni da amministratore delegato di Capitalia, Matteo Arpe potrebbe prendere il volo per la Gran Bretagna. E’ quanto appreso da Finanza.com presso una fonte finanziaria, secondo cui il futuro di Arpe sarà nel colosso britannico Barclays. Sarebbe dunque confermato lo scenario secondo cui non ci sarebbe spazio per il giovane manager nell’organigramma del nuovo gruppo che nascerebbe dalla fusione Unicredit-Capitalia (per la quale stando alle voci di mercato) mancherebbe ormai solo l’avallo dei rispettivi cda. Nei giorni scorsi sulla stampa era circolata anche un’altra indiscrezione relativa al destino di Arpe, secondo la quale il banchiere avrebbe invece preso la via di Trieste per un incarico dirigenziale in Generali.
Sono comunque in pochi a credere che Arpe riuscirà a ritagliarsi un ruolo nella nuova superbanca. Ormai da giorni circolano ipotesi sulla struttura del vertice di UniCapitalia, che dovrebbe prevedere la presidenza a Kai Uwe Ricke, la vice presidenza a Cesare Geronzi e la carica di amministratore delegato ad Alessandro Profumo. Non aiuterebbero poi nemmeno le frizioni avute da Arpe con Geronzi nel recente passato proprio sul fronte delle alleanze strategiche.
Se davvero dovesse andare in porto il volo di Arpe verso Barclays si potrebbero però fare anche delle congetture sulle grandi manovre che da settimane interessano Abn Amro, il maggior azionista di Capitalia, sotto offerta pubblica proprio da parte di Barclays.