1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Anche l’inglese Lloyds Tbs alla corte di Allianz per Dresdner

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il treno del consolidamento corre veloce verso la Germania, ultima frontiera nelle fusioni ed acquisizioni del settore del credito europeo. Un grande matrimonio sembra ormai essere alle porte tra le banche tedesche. Una mossa, che è destinata a rivoluzionare i rapporti di forza con gli altri super istituti nati in Europa negli ultimi anni.


Commerzbank e il gigante assicurativo Allianz che controlla Dresdner Bank hanno iniziato a scambiarsi dati confidenziali sui bilanci dei due istituti in una sorta di due diligence, scriveva qualche settimana fa il quotidano Handelsblatt. Una ricostruzione che lasciava pensare che la trattativa per approntare il super matrimonio fosse ormai a uno stadio avanzato. All’affaire si è detta interessata anche il Santander.    

Ma l’esito di questi colloqui è tutt’altro che scontato tanto che il destino della “Cindarella” Dresdner potrebbe prendere strade imprevedibili: Der Spiegel ha rilanciato nel fine settimana la pista estera, che corre lungo il Tamigi. Secondo il settimanale da Londra sarebbe infatti già stata recapitata una missiva. La banca inglese Lloyds Tbs avrebbe intavolato trattative con Allianz per acquisire la sua controllata Dresdner Bank. E dalle parole sarebbe passata subito ai fatti: l’istituto di credito britannico, indicato come interessato anche a PostBank, avrebbe già presentato un’offerta non vincolante.


Mancano riscontri al momento: nè la società londinese nè la società assicurativa bavarese hanno voluto rilasciare commenti. Secondo gli analisti l’interesse di Lloyds verso Dresdner ha senso, ma è prematuro azzardare chi uscirà vincente da questa partità. Nelle ultime ore si sono infatti allargate le file del partito che sostiene che tutta questa storia potrebbe rilevarsi un grande bluf: secondo alcuni esperti Allianz potrebbe non essere pronta ad abbandonare al suo destino Dresdner. 


E che la strada sia in salita, lo storia docet: già nel 2000 Commerz e Dresdner cercarono di imbastire le nozze senza riuscire nel loro intento e anche adesso che la liason si ripropone gli ostacoli sulla strada dell’ipotetica fusione non sono pochi. A cominciare dal ruolo dei colossi delle polizze, Generali e Allianz, che vantano importanti partecipazioni rispettivamente in Commerzbank e Dresdner. Una posizione che non lascia scampo ad alternative: un’intesa tra le banche partecipate presupporebbe prima un accordo sul fronte assicurativo.


Resta poi da considerare il ruolo che gioca sullo sfondo Postbank. Secondo esperti di mercato non è da escludere che Commerz e Dresdner vogliano imboccare la strada della scalata all’Istituto delle poste, l’obiettivo forse più ambito tra le banche tedesche. Deutsche Post è da tempo a caccia di un valido acquirente per questa banca che vanta il bacino di utenza più ampio in Germania con 14,5 milioni di clienti.