1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Anasf: nel 2013 meno sanzioni ai promotori finanziari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“E’ con soddisfazione che guardiamo ai dati resi noti da Consob relativamente alla bontà dell’operato della nostra categoria”, ha dichiarato il presidente dell’Anasf Maurizio Bufi (nella foto) a commento dei numeri sulle sanzioni comminate ai promotori finanziari nel corso del 2013.

Se infatti nel 2012 erano stati 85 i provvedimenti adottati nei confronti dei promotori finanziari, nel 2013 sono diminuite del 25,88% le sanzioni adottate, arrivando a quota 63. Nel dettaglio 44 sono state le radiazioni dall’albo (71 nel 2012) e 18 le sospensioni sanzionatorie (13 nel 2012), una invece la sanzione pecuniaria. I provvedimenti cautelari sono invece diminuiti del 37,5% passando da 32 nel 2012 a 20 nel 2013.

Resi noti anche i numeri della categoria: i promotori iscritti all’albo, alla data del 24 dicembre 2013, risultano essere 51.314 di cui 30.351 attivi. “Questi numeri confermano ancora una volta che la nostra categoria è sana”, ha commentato Bufi.

“L’invito che rivolgo alle istituzioni, all’industria e al regolatore è che si valorizzi sempre più il ruolo del promotore finanziario come operatore qualificato, anche in termini di funzione sociale nei confronti dei risparmiatori. Temi come la consulenza, l’educazione finanziaria, la sensibilizzazione al risparmio, la previdenza complementare sono da tempo all’attenzione della nostra Associazione attraverso un’attività di presidio e promozione. La crisi che auspichiamo stia volgendo concretamente al termine ha dimostrato il valore della nostra professionalità. Ora l’obiettivo è quello di crescere ancora”, ha concluso il presidente Anasf.