1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

L’Anas pone l’ultimatum ad Autostrade

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La data del primo incontro tra Anas e Autostrade sulla fusione del concessionario con la spagnola Abertis è stata fissata martedì prossimo. Ma intanto il negoziato è proseguito tra botta e risposta indiretti e una visita a sorpresa “di cortesia” dell’amministratore delegato di Abertis, Salvador Alemany Mas, al sottosegretario Enrico Letta. Se da una parte ieri il presidente di Autostrade, Gian Maria Gros-Pietro, ha ipotizzato la sottoscrizione di un “atto aggiuntivo” a rafforzamento delle garanzie offerte dal concessionario, dall’altra è emerso che nella lettera inviata mercoledì scorso dal presidente dell’Anas, Vincenzo Pozzi, ad Autostrade, per la prima volta si mette nero su bianco che la concessione venga meno. Il termine revoca/scadenza non viene adoperato, ma nel passaggio conclusivo della missiva si legge che “in assenza di adeguate modifiche alla convenzione di concessione atte a salvaguardare l’originario complessivo sistema di tutele ritenuto idoneo al conseguimento dell’interesse pubblico, l’eventuale attuazione e/o efficacia della preannunciata operazione di fusione comporterebbe l’adozione da parte dello scrivente di misure caducatorie della concessione stessa”.