Amundi ETF: torna la propensione al rischio, 1,4 miliardi di euro la raccolta netta 2012

Inviato da Floriana Liuni il Mar, 29/01/2013 - 11:00


Crescono nel 2012 le masse gestite dagli Etf di Amundi. La società ha evidenziato per il periodo in questione una raccolta netta di 1,4 miliardi di euro. Durante tutto il 2012 il risultato è stato una crescita del +37% delle masse in gestione, passate da 6,5 miliardi di euro a fine dicembre 2011 a 8,9 miliardi di euro a fine 2012, a fronte di una crescita complessiva del mercato del 22%. Questo trend è confermato nel 2013 con masse in gestione già sopra i 9 miliardi a gennaio.



"Nel 2012 abbiamo osservato due tendenze cui è riconducibile la maggior parte della raccolta", commenta Valérie Baudson, Managing Director di Amundi ETF. "Una ricerca di sicurezza nella prima parte dell'anno e, con il graduale ritorno della propensione al rischio durante l'estate, un marcato interesse per le obbligazioni corporate e le azioni dei mercati sviluppati ed emergenti. Il 2013 dovrebbe essere un anno di svolta, una sfida per l'asset al location".



Nel 2012 due nuovi ETF si sono aggiunti alla gamma prodotti, che conta oggi oltre 100 ETF:



AMUNDI ETF GOVT BOND HIGHEST RATED EUROMTS INVESTMENT GRADE 1-3:  strumento di asset allocation all'interno della gamma obbligazionaria Euro investment grade;



ETF replicante l'indice TOPIX Euro Daily Hedged: strategy index che permette di esporsi al mercato azionario giapponese beneficiando di

una copertura giornaliera del rischio di cambio euro/yen.



La gamma completa dei prodotti comprende oltre 430 quotazioni su più mercati e presenza in sette paesi europei: Francia (102 prodotti), Germania (75), Italia (75), Paesi Bassi (75), Svizzera (55), Regno Unito (43) e Spagna (8).



TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA