L'America in coda per il Black Friday, parte lo shopping in vista del Natale

Inviato da Luca Fiore il Ven, 23/11/2012 - 15:48

Tutti in coda, oggi è il Black Friday. Archiviato il tacchino (o l'anguilla, come ha suggerito il New York Times) del Giorno del Ringraziamento gli americani si sono messi in coda perché oggi è il Black Friday, il giorno che da il la alla stagione dello shopping di Natale. Si tratta di una data che negli anni ha assunto sempre maggiore importanza perché rappresenta un buon indicatore dell'andamento dei consumi e che quest'anno deve fare  i conti con il "fiscal cliff" che dal 2013 potrebbe ridurre la capacità di spesa e far ricadere in recessione la prima economia.

Vendite attese in crescita
Secondo un sondaggio condotto dall'International Council of Shopping Centers-Goldman Sachs, le vendite nel Black Friday '12 saliranno del 3,8% a 11,4 miliardi di dollari. "Secondo una stima fatta dall'associazione nazionale dei commercianti, i consumatori dovrebbero incrementare la spesa del 4,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno", si legge nel report odierno preparato dagli analisti di Mps Capital Services. Una ricerca Reuters/Ipsos ha invece evidenziato che due consumatori su tre spenderanno la stessa cifra di un anno fa (o non sanno quanto spenderanno), il 21% spenderà meno e l'11% incrementerà lo shopping.

Scatta la gara delle promozioni, anche l'Apple Store Italia si butta nella mischia
Tra le grandi catene commerciali è scattata la gara delle promozioni e ai consumatori non resta che attendere con trepidazione l'apertura dei negozi. C'è chi, come Target e Toys R Us, ha anticipato l'apertura a giovedì notte per evitare la ressa e chi, come Wal-Mart, ha iniziato gli sconti del Black Friday a partire dalle 20 di ieri (sfidando le ire dei puristi del Giorno del Ringraziamento).

Apple permette anche ai consumatori italiani di approfittare del Black Friday, che nello store italiano diventa "Il giorno di shopping speciale", meno evocativo ma comunque da apprezzare. Niente di eccezionale (non vi aspettate sconti sull'iPhone 5), ma per chi intende acquistare iPad retina, iPad2, iPod Touch, nano, MacBook e altri accessori è il giorno giusto per spuntare qualche sconto.

Incerta l'origine del nome
Sull'origine del nome circolano diverse teorie ma sono due le ipotesi che raccolgono maggiori consensi. Per alcuni, il termine Black Friday deriverebbe dal traffico stradale che si sviluppa nelle zone commerciali, un "venerdì nero" per la viabilità, per altri invece il nome sarebbe nato dai conti dei retailers che, per convenzione, a partire da oggi passano in utile (quindi in "nero").

I prossimi appuntamenti? Il Cyber Monday e il Super Saturday
In una Wall Street che chiuderà i battenti in anticipo, i riflettori oggi saranno quindi puntati sui colossi del retail. Il focus degli analisti sull'andamento delle vendite al dettaglio è destinato a continuare perché, dopo il Black Friday, lunedì sarà la volta del Cyber Monday, il giorno dedicato allo shopping online. Tra poco meno di un mese, il 22 dicembre, è invece in programma il Super Saturday, l'ultimo sabato per fare compere prima del Natale.

COMMENTA LA NOTIZIA