Un'altra seduta con il segno meno per le borse Usa

Inviato da Luca Fiore il Gio, 17/05/2012 - 00:20
Nonostante una prima parte positiva, la seduta a Wall Street si chiude con il segno meno. Dopo le indicazioni migliori delle attese arrivate dai dati macro relativi la produzione industriale (+1,1% m/m) ed i nuovi cantieri per la costruzione di abitazioni (passati da 699 a 717 mila), l'intonazione delle Piazze è peggiorata dopo la diffusione dei verbali dell'ultima riunione del board della Banca centrale statunitense. A dispetto del fatto che un paio di membri abbiano ripetuto che la Fed è pronta, nel caso in cui le condizioni dell'economia dovessero peggiorare, a mettere in campo nuove misure di sostegno, i listini hanno risentito dell'accento posto da alcuni membri del Fomc nei riguardi dell'andamento dei prezzi. Il Dow Jones ha così terminato la seduta con un rosso dello 0,26% a 12.598,55 punti, -0,44% per lo S&P a 1.324,8 e -0,68% del Nasdaq a 2.874,04.

Tra le storie del giorno segno più per General Motors e Viacom (+2,29 e +0,56 per cento) in scia degli acquisti effettuati dalla Berkshire Hathaway (+0,31%) di Warren Buffett nel corso del terzo trimestre. Denaro anche su General Electric che con un +3,26% ha festeggiato il ritorno del dividendo. Tra i retailers due velocità per Staples (-5,69%) e Target (+0,44%) dopo la pubblicazione dei numeri trimestrali. Profondo rosso invece per l'accoppiata JC Penney-Abercrombie & Fitch (-19,72 e -13 per cento). La prima ha chiuso gli ultimi tre mesi con un rosso adjusted di 55 milioni di dollari mentre la seconda ha visto i profitti scendere da 25,1 a 3 milioni di dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA