Almunia: per ridurre deficit italiano necessarie misure strutturali

Inviato da Laura Vezzoli il Ven, 21/07/2006 - 08:48
"Nei colloqui con Romano Prodi e con Tommaso Padoa Schioppa ho sempre riscontrato la ferma volontà del nuovo governo italiano di correggere il deficit eccessivo e di collocare l'evoluzione del debito pubblico su un sentiero più facilmente percorribile". Queste le dichiarazioni di Joaquin Almunia intervistato dal Messaggero. L'eurocommissario spagnolo non sembra avere il minimo dubbio sull'Italia: il Belpaese manterrà gli impegni presi e non chiederà lo slittamento della scadenza del 2007, anno entro la quale deve riportare il disavanzo al 3% del Pil. "E' nell'interesse del Paese che venga rispettata nei tempi stabiliti la raccomandazione dell'Ecofin e il fatto che per Prodi e Padoa-Schioppa si tratti di una priorità assoluta non può che rassicurarmi" sottolinea Almunia. Alla domanda su che cosa si aspetti dall'Italia l'eurocommissario risponde che è necessario che il Belpaese adotti misure strutturali e durature. "Non vogliamo più saperne di aggiustamenti temporanei, di una tantum e degli artifici contabili del passato". La valutazione sui conti pubblici italiani, continua Almunia, arriverà prima della fine dell'anno, intanto "spero che il governo e la maggioranza parlamentare trovino la volontà politica necessaria per superare le difficoltà".
COMMENTA LA NOTIZIA