Almunia non fara' sconti a nessuno

Inviato da Redazione il Mer, 27/04/2005 - 08:38
Il 2004 non è stato certo soddisfacente per l'economia di Eurolandia e per i conti pubblici dei Paesi aderenti all'unione, ma il 2005 rischia con tutta probabilità di essere ancora peggio in quanto circa la metà dei membri, (Germania, Grecia, Francia, Italia, Paesi Bassi e Portogallo), continuerà a presentare disavanzi pari o prossimi al 3% del Pil senza il sostegno di un economia in crescita che possa aiutare a rientrare da tali squilibri. Intanto da Bruxelles il Commissario per gli Affari economici e monetari Almunia mette in guardia dal non considerare troppo elastico il nuovo Patto di stabilità e fa sapere che non verranno fatti sconti per nessuno anche perchè, dicono i banchieri dell'Unione, non si vedono all'orizzonte programmi di riforme strutturali ampie che possano incrementare le potenzilità di crescita del Vecchio Continente.
COMMENTA LA NOTIZIA