Alluminio: BofA, mercato in deficit nel 2014 e nel 2015

Inviato da Luca Fiore il Mar, 08/04/2014 - 17:20
Grazie alla decisione dell'Alta corte di Manchester che ha dichiarato "ingiusta e illegittima" la riforma delle regole per la gestione dei magazzini del London Metal Exchange (Lme), l'alluminio è recentemente salito a livelli che non si vedevano da cinque mesi. Con l'obiettivo di ridurre le lunghissime attese per ritirare i metalli dai propri magazzini, il Lme ha messo in campo un processo riformatore destinato a ridurre le code ma il progetto è stato bocciato dai giudici britannici.

"Sia in caso di appello o di nuove consultazioni con i principali attori del mercato, lo status quo è destinato a durare per almeno altri 6-12 mesi", si legge nel Global Metals Weekly preparato da Bank of America Merrill Lynch.

Secondo il colosso statunitense il mercato fisico di questo metallo farà segnare un disavanzo di offerta sia nell'anno corrente che nel 2015. Le quotazioni a pronti di questo metallo, attualmente di poco inferiori ai 1.800 dollari la tonnellata, a tre mesi sono attese a 1.822 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA