1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Allo studio del governo il dossier Eni-Enel

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni e Enel sono ora più vicine di quanto non possa sembrare a prima vista. I tecnici del governo Prodi sarebbro infatti all’opera per eleborare un collegamento a livello azionario tra i due gruppi, in vista di una possibile Opa ostile su Enel di Eon. Se infatti le ambizioni del colosso tedesco su Endesa venissero disilluse, sarebbe quasi automatico un ripiegamento sulla società guidata da Fulvio Conti. Secondo quanto ventilato oggi da alcune indiscrezioni riportate dal Sole 24 Ore, Eni potrebbe dunque cedere a Enel tutte le proprie attività nel campo della distribuzione del gas e della produzione di elettricità (Enipower), per poi rilevarne il 25-30% del capitale. L’ipotesi sarebbe ancor più verosimile nel caso in cui la Cassa depositi e prestiti fosse costretta a cedere il 10,2% di Enel, riducendo così la partecipazione dello stato nella compagnia elettrica al 20%. Il governo sta quindi correndo ai ripari e si prepara a fronteggiare le future mosse di Eon. Rimane comunque da verificare la percorribilità dell’alternativa proposta che, come nel caso della cessione a Enel di Enipower, potrebbe incontrare la seria opposizione dell’Antitrust.