Allarme della Cisl: in Italia a rischio 900 mila posti di lavoro

Inviato da Redazione il Mer, 03/12/2008 - 08:22
La Cisl, tramite una analisi per settori e per aree, arriva a calcolare che 900 mila posti di lavoro in Italia sono a rischio. In particolare, le difficoltà investono "tessile e abbigliamento, legno e mobile, pelli e cuoio; in misura minore la chimica e la meccanica". A livello regionale, "l'area di sofferenza tocca più intensamente, in termini di imprese e occupazione, Piemonte, Campania, Basilicata e Sardegna, e sta sbarcando in Lombardia e Lazio". Tra i lavoratori più colpiti quelli con minore professionalità e meno giovani e i precari. Novecentomila posti a rischio? Per il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, si tratta dell'ipotesi "peggiore".
COMMENTA LA NOTIZIA