Allarme credito: Cgia, crollano i prestiti al Sud e aumenta l'usura

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 22/08/2013 - 11:28
La contrazione nell'erogazione del credito alle famiglie si è fatta sentire soprattutto al Sud Italia. Tra il maggio del 2012 e lo stesso mese di quest'anno, la riduzione ha interessato soprattutto la Calabria (-4,3%), la Basilicata (-4,2%), la Sicilia e il Molise (entrambe con -2,7%) e la Campania (-2,6%). Cifre snocciolate oggi dalla Cgia di Mestre che ha elaborato dati della Banca d'Italia. Dei cinque miliardi di euro in meno che in questo ultimo anno sono stati concessi alle famiglie italiane, quasi tre (pari al 59% del totale) sono stati "tagliati" alle famiglie del Mezzogiorno. Al tempo stesso si consolida il rischio usura proprio in queste realtà del profondo Sud. Dall'analisi dell'indice del rischio usura realizzato ormai da più di 15 anni dall'Ufficio studi della Cgia, emerge che nel 2012 la Campania, la Basilicata, il Molise, la Calabria, la Puglia e la Sicilia sono le Regioni dove la "penetrazione" di questo drammatico fenomeno sociale/economico ha raggiunto livelli molto preoccupanti.
COMMENTA LA NOTIZIA