1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alla Siemens tagliati salari e orario per salvare 1.100 posti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un altro accordo storico alla Siemens per salvare 1.100 posti di lavoro e non delocalizzare l’impianto nei Paesi dell’Est: a partire dal primo gennaio 2005 gli operai lavoreranno 34 invece delle 35 ore settimanali previste dal contratto di lavoro metalmeccanico, accettando una riduzione dei salari pari al 2,86% e un pacchetto di altri tagli per complessivi 60 milioni di euro, pur di salvare i posti di lavoro per i prossimi tre anni. La firma del nuovo accordo è avvenuta ieri nella fabbrica di Bruchsal, cittadina del ricco Land del Baden-Wuttermberg, dove il colosso dell’elettrotecnica e dell’elettronica produce compenenti per impianti della telefonia.