1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

All’Italia il record per la disoccupazione giovanile in Europa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Primato negativo per il mercato del lavoro italiano. Le persone sotto i 35 anni senza lavoro sono 1.138.000, pari al 15,9% della forza lavoro complessiva compresa nella fascia d’età. E’ il dato peggiore di tutta l’Unione Europea. Lo rivela l’Ufficio studi di Confartigianato. Il tasso di disoccupazione per i ragazzi sotto i 24 anni è addirittura del 29,6% (quasi un cittadino su 3) contro il 21% della media europea
La percentuale di disoccupazione giovanile sale al 25,1% nel Mezzogiorno. La classifica nazionale è infatti guidata da Sicilia (28%), Campania (27,6%), Basilicata (26,7%) e Sardegna (25,2%), mentre le regioni meglio posizionate sono tutte nel nord Italia:Trentino Alto Adige (5,7%), Valle d’Aosta (7,8%), Friuli Venezia Giulia (9,2%) e Lombardia (9,3%).
La quota di persone inattive tra i 25 e i 54 anni è pari al 23,2% contro il 15,2% della media europea. Una percentuale che è aumentata dell’1,4% tra il 2008 e il 2011, periodo nel quale è invece diminuita dello 0,2% nell’Unione europea.
Il rapporto di Confartigianato pone l’accento anche sulle problematiche legate al rapporto tra richieste di lavoro e formazione/mondo della scuola. Per il prossimo anno scolastico – sottolinea il rapporto – è previsto un aumento del 3% degli iscritti ai licei e una diminuzione del 3,4% degli iscritti agli istituti professionali. Una situazione che si scontra con la domanda delle imprese italiane, che secondo i dati di Confartigianato hanno difficoltà nel reperire il 17,2% della manodopera.