All'Anas arriva Ciucci, l'uomo del Ponte di Messina

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 21/07/2006 - 08:39
Cambio della guardia all'Anas. È Pietro Ciucci l'uomo chiamato dal governo a mettere ordine nei conti nella società italiana. Lo ha nominato ieri l'assemblea degli azionisti dopo aver accolto le dimissioni di Vincenzo Pozzi, travolto dalle critiche del ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro e da un'inchiesta della Procura di Roma. Oltre alla nomina del nuovo presidente, l'assemblea degli azionisti ha anche rinnovato tutto il consiglio di amministrazione che sarà composto da Enrico Della Gatta, Eugenio Pinto, Sergio Scicchitano e Uberto Siola. Un compito non certo facile attende il nuovo presidente: rimettere a posto i conti dell'Anas, che secondo un dossier presentato dal ministro Di Pietro alla Procura di Roma fanno acqua da tutte le parti. L'allarme del ministro Di Pietro era scattato a fine giugno. L'attivo patrimoniale dell'Anas, denunciò, è minore rispetto ai suoi debiti. Il risultato è che gli investimenti previsti non solo non sono stati effettuati, ma non possono neanche essere affrontati in futuro. Archiviata la partita Anas sul tavolo del governo rimangono Alitalia e Ferrovie.
COMMENTA LA NOTIZIA