1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alitalia vola ancora bassa, avvistate nubi all’orizzonte

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Alitalia si avvia a chiudere la seduta in territorio negativo. Il titolo della compagnia di bandiera lascia sul terreno l’1,25%, planando a quota 0,2370 euro. Le nubi all’orizzonte non sembrano essere delle migliori. Quest’anno il caro petrolio farà registrare perdite per circa 4 miliardi di dollari, annullando i benefici derivanti dall’aumento del traffico aereo, che tra gennaio e settembre 2004 è cresciuto del 17,7% per i passeggeri e del 14,1% per le merci. A lanciare l’allarme Giovanni Bisignani, direttore generale della Iata. Dall’altra parte altri testimonial eccellenti hanno sollevato la questione qualche giorno fa: gli analisti del Credit Suisse First Boston. Secondo gli esperti della casa d’affari, “la correlazione esistente tra il costo dei titoli dei vettori e il prezzo del combustibile, ossia greggio, non può essere ignorato”. Non resta che rimboccarsi le maniche. “Avremo bisogno di vedere aggiustamenti del 30% sui prezzi dei biglietti o maggiori programmi ispirati a una politica di risparmio di costi per poter essere più positivi sul comparto”, hanno suggerito gli esperti.