1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Alitalia viaggia senza turbolenze, ancora prematuro dare retta alle voci sui prezzi – 2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Senza dimenticare il “piccolo” particolare del paletto posto dall’Esecutivo relativo alla garanzia dell’italianità della compagnia aerea del Belpaese. In questo senso, il pretendente più papabile sarebbe quindi l’AirOne di Carlo Toto, sebbene un deal in questo senso potrebbe creare problemi di Antitrust in quanto si verrebbero a creare sovrapposizioni sulla rete italiana dei cieli. Anche se potrebbe darsi che Romano Prodi e Co., dopo aver messo i bastoni tra le ruote ad Autostrade-Abertis e poi a Tronchetti Provera nella cessione della sua quota in Telecom Italia, in questo caso sia un po’ più morbido. Ecco che anche l’opzione Aeroflot non sembra troppo azzardata. Anche perché si tratta di una compagnia aerea e da un punto di vista industriale un’operazione avrebbe senso. E’ pur vero, comunque, che la società russa è alquanto piccola e con poca esposizione in mercati diversi da quello di riferimento. Con Texas Pacific Group ci sarebbe sempre il problema della nazionalità del compratore di Alitalia, ma una differenza di rilievo c’è: il fondo di private equity ha una profonda conoscenza del settore, avendo già acquisito altre compagnie aeree, e chissà quindi se alla fin fine Alitalia non potrebbe cadere in mani americane.