Alitalia verso un'Opa farsa. Anpac: non si può regalare l'azienda

Inviato da Marco Barlassina il Ven, 14/12/2007 - 14:40
Quotazione: ALITALIA

Si immaginava che l'Opa Alitalia sarebbe potuta avvenire a sconto, ma forse circolava fin troppo ottimismo. Almeno a giudicare dalla reazione del mercato alle indiscrezioni secondo cui l'offerta in un caso potrebbe avvicinarsi a zero. Il titolo Alitalia è infatti caduto fino a essere congelato più volte dalle contrattazioni per eccesso di ribasso, arrivando a segnare un calo teorico fino a 0,60 euro contro i 0,87 euro della chiusura di ieri.

 

"Quanto riportato da Reuters (Opa a 0,01 euro da AirOne e a 35 centesimi da Air France, ndr) è verosimile", ha commentato una fonte a Finanza.com. Stizzita, un po' fuori tempo massimo e per certi versi anche poco tranquillizzante la risposta di Alitalia: "In relazione al comunicato dell'agenzia Reuters che riporta elementi di prezzo delle proposte pervenute da parte di Air France-KLM e da parte di AP Holding, Alitalia precisa che detti elementi non risultano completi e pienamente rispondenti e, comunque, attengono ad offerte non vincolanti, costituendo, pertanto, un mero primo riferimento di valore".

 

D'altro canto voci di corridoio lasciavano intendere un'offerta ridotta. Quella su Alitalia è infatti un'offerta volontaria, dove il candidato prescelto può decidere di pagare prezzi decisamente inferiori a quelli di mercato.
 
"Se le indiscrezioni fossero confermate sarebbe una cosa gravissima. L'azienda non può essere regalata. Quella di Toto sarebbe un'offerta insostenibile", è stata la reazione a caldo raccolta da Finanza.com di Fabio Berti, presidente dell'Anpac, la più forte associazione dei piloti di Alitalia. Già nei giorni scorsi l'Anpac si era espressa negativamente sull'offerta di AirOne dal punto di vista tecnico-industriale.
COMMENTA LA NOTIZIA
starfalcioni scrive...
ulisse3000 scrive...
Piramidas scrive...
codam scrive...