1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alitalia: Sult, ci sono così tante provocazioni e allora mettiamoci all’asta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Sult, il sindacato di Alitalia, perde le staffe. E in un comunicato con tono molto sarcatico in cui tira in ballo i finanziamenti che da Roma partirebbero alle compagnie low cost il Sult lancia l’idea di mettere all’asta la compagnia di bandiera. “Sulla vicenda Alitalia in questi giorni tengono banco tre argomenti: Cimoli si – Cimoli no, Milano o Roma, i “privilegi” dei lavoratori vanno colpiti. Tutte affermazioni che hanno obiettivi precisi ma che, se analizzate bene, rappresentano soltanto delle provocazioni fuori tempo, inutili o false, denunciano i sindacati. “A questo punto una provocazione la potremmo fare anche noi: ebbene sì, lasciamo decidere al cosiddetto e favoleggiato mercato. Che Alitalia faccia come Ryanair o come la maggioranza delle compagnie low cost e non solo, che operano in Italia. Che Alitalia si metta all’asta e si faccia pagare la sua presenza in tutti gli aeroporti italiani, invece di pagare per tutte le altre compagnie che, per toccare un aeroporto X o Y ricevono sovvenzioni da società di gestione aeroportuali ed enti locali, scaricando su Alitalia i costi di tutti e sulla collettività anche i biglietti superscontati ed i loro forti profitti”.