Alitalia, si apre una nuova asta

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 22/09/2008 - 09:36

Che la cessione di Alitalia sia diventata una storia infinita, con un finale ancora da scrivere, non è certo una novità per nessuno. Dopo la rottura delle trattative con la Compagnia aerea italiana (Cai), la società di via della Magliana, per l'ennesima volta in poco più di 24 mesi, ha ricominciato tutto daccapo, avviando una nuova asta per la vendita. Per salvare il salvabile il commissario straordinario Augusto Fantozzi ha deciso di percorrere l'ultima pista, vale a dire quella di pubblicare oggi sul sito web dell'aerolinea e domani su alcuni quotidiani nazionali e anche internazionali un bando per sollecitare una manifestazione d'interesse da parte di un nuovo pretendente. La manifestazione d'interesse dovrà pervenire entro martedì 30 settembre.

Dopo la mossa di Fantozzi, nella convulsa giornata di ieri, Guglielmo Epifani, segretario generale della Cgil, è tornato sui suoi passi e ha chiesto di tornare a sedersi al tavolo della trattativa con la cordata Cai. "Il commissario fa quello che doveva fare, fa bene a vedere se ci sono alternative", ha dichiarato Epifani.
Anche i piloti hanno visto di buon occhio la decisione di Fantozzi. In particolare, Fabio Berti, presidente dell'Anpac, in una lettera aperta inviata al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha messo in evidenza le ragioni che hanno convinto i piloti a rifiutare con fermezza l'offerta del Cai. "Abbiamo apprezzato gli enormi sforzi profusi nel comporre una cordata di imprenditori italiani disposti ad investire sul rilancio della Compagnia di Bandiera - scrive Berti-. E' incomprensibile però come un "tesoro" così significativo sia stato gestito in modo così sbagliato, intrecciando progetti di tipo industriale, prettamente legati al futuro di Alitalia, con obiettivi di governance sindacale che hanno spinto la Cai, parte del sindacato confederale e lo stesso Governo ad inasprire un già difficile confronto".

Ma da che punto si riparte ora? In sostanza, si riparte dal quadro normativo già garantito dal Governo alla cordata di imprenditori del Cai. I nuovi acquirenti saranno ora chiamati a dare delle indicazioni più dettagliate sui diversi settori nei quali si articola il gruppo Alitalia, individuando anche il numero dei dipendenti coinvolti nel progetto. E nel tam tam di voci che si continuano a rincorrerre, in pole position per l'acquisto di Alitalia spicca il nome della tedesca Lufthansa.

Intanto, è atteso per oggi alle 10 l'incontro tra il presidente e il direttore generale dell'Enac, Vito Riggio e Silvano Manera, e il commissario straordinario Augusto Fantozzi, "per verificare il permanere dei requisiti per il mantenimento delle licenze rilasciate dall'Ente ad Alitalia, Alitalia Express e Volare, in base a quanto previsto dai regolamenti comunitari".

COMMENTA LA NOTIZIA