Alitalia, parte il toto-banche del mercato

Inviato da Redazione il Mer, 05/05/2004 - 17:41
Come spesso accade, i problemi economico-finanziari delle aziende diventano al tempo spesso problemi per le banche che le finanziano e che si trovano a sopportare, al pari delle stesse società, i relativi disagi. A questa regola non si sottraggono neanche le banche che hanno finanziato Alitalia, la compagnia di bandiera scivolata in una crisi dai contorni drammatici dalla quale non sembra riuscire a venirne fuori. Secondo le prime indiscrezioni che filtrano dagli operatori sembra che l'istituto maggiormente esposto sia il Sanpaolo, che dovrebbe avere un'esposizione verso il gruppo della Magliana vicino ai 100 milioni di euro. Per Banca Intesa, altra banca esposta, la questione sarebbe differente, in quanto l'istituto milanese avrebbe cartolarizzato i propri crediti per circa 50 milioni di euro, che sarebbero stati quindi ceduti ad altri operatori. Non sarebbe molto esposta invece Unicredito mentre sarebbe impossibile fare una stima dei crediti Bnl, istituto comunque da sempre molto attivo con gli enti governativi e di conseguenza con il sistema delle partecipazioni statali. L'esposizione di questi istituti dovrebbe comunque limitarsi solo agli affidamenti: nessuna di queste dovrebbe infatti detenere titoli od obbligazioni della compagnia di bandiera.
COMMENTA LA NOTIZIA