Alitalia: Padoa-Schioppa, condizioni volte ad attirare imprenditori seri

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 08/12/2006 - 08:50
Quotazione: ALITALIA
Anche tra i palazzi della politica comincia a serpeggiare il timore che l'asta per Alitalia possa andare deserta. Ne è una riprova il fatto che ieri, secondo quanto risulta a Il Messaggero, il Tesoro abbia preso carta e penna per chiarire alle banche in lizza per essere advisor nella privatizzazione della compagnia di bandiera che la commissione (0,5% del controvalore dell'operazione più 120 mila euro per lo svolgimento del lavoro) sarà percepita solo nel caso in cui il deal vada a buon fine. In attesa che lunedì si sappia l'esatta formazione del team di lavoro prescelto, anche Banca Imi (gruppo Sanpaolo) avrebbe scelto di tenersi fuori dalla mischia per il ruolo di advisor. Sulla vicenda Alitalia è intervenuto ieri anche il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, che ha precisato come le condizioni che verranno messe nel bando di gara per la cessione della quota di controllo di Alitalia da parte del ministero dell'Economia saranno studiate per attirare imprenditori seri. "Formuleremo condizioni di vendita che attirino imprenditori che hanno intenzioni serie di sviluppare con un piano industriale adeguato le sorti dell'impresa", ha detto il ministro, precisando che riferirà in Parlamento sull'argomento la prossima settimana. Ieri il titolo Alitalia è ridisceso sotto l'euro cedendo il 3,5%.
COMMENTA LA NOTIZIA
starfalcioni scrive...
ulisse3000 scrive...
Piramidas scrive...
codam scrive...