Alitalia e le incognite sul piano industriale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I giochi sono aperti in via della Magliana. Secondo le ultime indiscrezioni trapelate sembra che non sia ancora stata presa una posizione definitiva su quello che verrà deliberato dal consiglio di amministrazione di Alitalia in programma oggi. Se l’appuntamento rispetterà le attese della vigilia, il cda dovrebbe dare il via libera alle linee guide di un piano industriale “di transizione”, che non si limiterebbe in realtà solo a traghettare la compagnia verso l’approdo della vendita. Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa sarebbero molti i punti messi in piano: sarebbe stato previsto un coinvolgimento della Fintecna, il cui presidente Maurizio Prato è da ieri sera stato designato alla guida di Alitalia, nell’aumento di capitale di cui il mercato ventila da qualche giorno l’esistenza. Ma non solo. Nel piano disegnato dal supermanager Giancarlo Schisano ci sarebbero infatti interventi finalizzati a ridare fiato alla compagnia: sarebbe stato studiato il riequilibrio delle basi aeroportuali alleggerendo l’impegno su Malpensa e sarebbe stato ridisegnato il network intercontinentale e soprattutto internazionale. Le incognite che gravitano su questo piano sono però ancora molte. Non è da escludere che oggi i manager vogliano andare con i piedi di piombo: il cda potrebbe decidere di varare solo le linee generiche del piano e rinviare a settembre il via libera di un piano vero e proprio. Salvo ulteriori sorprese, all’ora della verità manca ormai poco.