1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alitalia, Governo e cda al lavoro su due piste alternative

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sorti ancora incerte per il futuro di Alitalia. All’avvio di una settimana determinante per il destino del vettore italiano restano ancora molte le strade aperte. Venerdì 27 infatti si riunirà nuovamente il consiglio di amministrazione per completare l’analisi delle linee guida del nuovo piano industriale già avviata lo scorso 20 luglio. Il piano, secondo indiscrezioni, potrebbe riguardare una razionalizzazione delle rotte e degli hub di Fiumicino e Malpensa.


Mentre l’organo di gestione presieduto da Berardino Libonati tenta dunque la messa a punto di un piano indipendentemente dall’arrivo di un nuovo azionista, il Governo si prepara a muovere le proprie leve. Il dossier privatizzazione è ora all’esame del ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, che giovedì dovrà riferire in parlamento sulla situazione della compagnia

Ancora prima però potrebbero esserci delle novità. Una prima si è avuta oggi con quanto apparso sul Times. Secondo il quotidiano londinese i due fondi di private equity Tpg e MatlinPatterson, sarebbero ancora interessate a rilevare la compagnia purchè il governo italiano cambi le condizioni di vendita.


Ecco così che tra le alternative al vaglio del Governo prende piede la possibilità di una seconda tornata aperta ai medesimi candidati in corsa per la prima seppur con regole più flessibili. Qualche chiarimento in più potrebbe aversi già oggi. Secondo quanto dichiarato dal ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, il governo dovrebbe fare il punto della situazione. E’ verosimile ritenere che l’esecutivo comincerà a esplorare le possibili alternative dopo il fallimento della gara. Nei giorni scorsi il ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, aveva detto di ritenere che oltre alla vendita l’unica altra opzione per Alitalia potrebbe essere la liquidazione.