1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Alitalia e Fiat a due velocità a Milano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ha viaggiato ad alta quota Alitalia (+2,43% a 0,9438 euro) dopo le indiscrezioni secondo le quali Mps (-0,14% a 4,959 euro) potrebbe scendere in pista, a fianco della cordata formata da Intesa Sanpaolo (-0,55% a 6,188 euro) e Air One. Tra i bancari del paniere principale, non si è esaltata più di tanto Capitalia (+0,81% a 7,195 euro) sebbene in una nota Unicredit (-1,40% a 7,531 euro), che oggi ha comunicato i conti trimestrali, ha fatto sapere che “il gruppo guarda regolarmente ogni opzione che possa creare valore per i propri azionisti e anche Capitalia può avere queste caratteristiche. Tuttavia allo stato non vi sono progetti concreti”. Meglio la Pop Milano (+1,21% a 12,794 euro) e Mediobanca (+1.02% a 17,572 euro). Venduti gli assicurativi, in particolare Fondiaria Sai (-3,62% a 37,77 euro), meno Generali (-1,01% a 34,33 euro) e Alleanza (-1.15% a 10,48 euro), e gli energetici, come Eni (-1,65%), Enel (-1,09%) e Saipem (-2,20%). Ancora segno meno pure su Fiat (-1,19% a 20,69 euro), ma niente a che vedere con la pesante lettera che ha colpito Igd (-6,17% a 3,683 euro). Sul fronte opposto Prysmian (+7,61% a 17,214 euro), l’ex divisione cavi Pirelli, che ha debuttato a Piazza Affari, appena lo scorso tre maggio. Sul Midex, si è comportata bene anche Valentino (+2,68% a 33,37 euro) sulle indiscrezioni di stampa che danno Antonio Favrin vicino alla cessione della sua partecipazione nella maison.