Alitalia continua a volare bassa quota sulle parole di Cimoli

Inviato da Redazione il Mar, 12/10/2004 - 16:14
Quotazione: ALITALIA
Alitalia vola a bassa quota a piazza Affari. Il titolo della compagnia di bandiera plana sotto la pioggia delle vendite(-2,76%) rivedendo quota 0,2750 euro. Non basta sapere agli investitori che il prestito ponte sta decollando. Dopo il decreto del Tesoro sulla garanzia, la compagnia ha infatti stipulato il contratto di apertura di credito fino ad un massimo di 400 milioni di euro con Dresdner Kleinworth Wasserstein, la filiale di Milano. Ebbene la linea di credito avrà un periodo di disponibilità massimo di 6 mesi e dovrà essere rimborsata entro 12 mesi. Curiosità: il contratto è stato stipulato con il notaio Alfredo Becchetti che, in collaborazione della particolare importanza dell'iniziativa, ha chiesto un onorario nominale di 1 euro. Effetto nullo anche per l'inizione di capitale di ben 1,2-1,5 miliardi di euro, che l'advisor Mediobanca starebbe valutando. Al mercato, ha detto Cimoli in un'intervista, verrà infatti chiesta una cifra compresa tra 750 e 800 milioni mentre lo Stato ne sborserà 750 già preventivati in Finanziaria, per un totale di almeno 1,5 miliardi. Fatti due conti, grazie all'aumento di capitale della compagnia aerea lo stato porterà la propria partecipazione al 49%, mentre il mercato al 51%. E per completare l'opera GianCarlo Cimoli ha infine preventivato che l'eventuale rottura dell'intesa commerciale con Air France costerebbe ad Alitalia tra gli 80 e i 100 milioni di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA
starfalcioni scrive...
ulisse3000 scrive...
Piramidas scrive...
codam scrive...