Alitalia: Bianchi, "sarebbero opportuni limiti ai sindacati"

Inviato da Maurizio Cappelletti il Ven, 15/12/2006 - 15:05
Quotazione: ALITALIA
Dove sta la fregatura? Si erano chiesti i potenziali acquirenti dopo la decisione del governo di mettere in vendita il 30,1% della quota di Alitalia detenuta dal Tesoro. Troppi i vincoli sul fronte occupazionale, salatissimo l'impegno finanziario per l'offerta pubblica d'acquisto obbligatoria su tutto il capitale. Ma il giro di vite del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi sulla riforma del trasporto aereo apre le porte della trattativa. "Se Alitalia si è salvata in questi anni è soltanto perché lo Stato ci ha messo soldi su soldi, 5 miliardi in tutto, una cifra enorme - dice il ministro sulle pagine de L'Espresso - e questo mentre il sindacato coltivava il proprio orto". Ma ora basta, "le posizioni sindacali retrive non vanno rincorse per forza", e, anzi, prosegue Bianchi, "ci dovrebbero essere dei limiti alla rappresentanza, limiti che il sindacato stesso dovrebbe stabilire".
COMMENTA LA NOTIZIA
starfalcioni scrive...
ulisse3000 scrive...
Piramidas scrive...
codam scrive...