1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alitalia: analisti, ecco le offerte che piacciono di più -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In fila in via della Magliana si sono messi anche Net Present Value Spa, l’advisor dietro cui c’è l’Unione piloti, Benstar Saturn Enterprises, Matlin Patterspm Global Advisers, Unicredit, Porcellana Castello Spa, Terra Firma Investments e Fabio Scaccia. Insomma al Ministero dell’Economia hanno il loro bel da fare. Secondo la prima analista il Governo privilegerà le offerte a carattere industriale piuttosto che quelle presentate dai fondi dotati di grande liquidità. Unica eccezione riprende la prima analista per Tpg perché questo fondo di private equity vanta già esperienza nel settore. Dello stesso parare anche il secondo esperto. Su un punto sono tutti d’accordo: chi entrerà dalla porta principale di quella che per il momento è ancora la compagnia del Belpaese dovrà mettere sul piatto un’offerta sostanziosa, circa 3 miliardi di euro, e poi fare cospicui investimenti per svecchiare la flotta e sviluppare maggiormente le destinazioni a lungo raggio verso l’Oriente e l’Europa dell’Est, dove Alitalia risente maggiormente della competizione dei vettori low-cost. Ma non solo. La battaglia nei cieli che dovrà affrontare chi si siederà sul ponte di comando dell’aerolinea italiana si gioca anche in casa: la sola rotta Milano-Roma, su cui in molti vogliono entrare, frutta circa 50-60 milioni di euro. E non poco su un bilancio che non torna. “Comunque vada godiamoci il momento. Tutto questo interesse non può che fare bene all’azione”, concludono gli analisti.