Aletti Merchant (Bpvn), conto alla rovescia per la cessione di Gardaland

Inviato da Redazione il Ven, 13/10/2006 - 16:34
La Verona bancaria e Popolare tra una manciata di giorni potrebbe avere una geografia molto diversa da quella attuale. I campi di battaglia aperti sono infatti molti, a cominciare dalla madre di tutte le acquisizioni "cooperative", quella che la vede contrapposta ai modenesi di Bper per la conquista di Popolare italiana, che dovrebbe essere decisa nel prossimo weekend. Verona (Bpvn) offre almeno 11,5 euro per azione, di cui parte in cash e governance alla tedesca, e ha incassato il via libera dei sindacati interni. Un alleato di peso qualora vinca: la ristrutturazione sarà più veloce e meno faticosa. E poi c'è Cattolica assicurazioni, tornata nel frattempo molto vicina ai 50 euro. Un valore che potrebbe indicare l'avvicinarsi della chiusura dei giochi per il polo di bancassurance all'ombra dell'Arena, che nascerebbe dall'integrazione delle due società, fatte salve alcune attività cedute presumibilmente a Banca Lombarda e agli spagnoli di Mapfre.
Ma sembrano maturi anche i tempi per chiudere con la cessione del parco divertimenti Gardaland, che vede la società scaligera, tramite Aletti Merchant, co-proprietaria con Investinindstrial dei Bonomi (per approfondimenti vedi rumor 1 settembre su www.finanza.com). Secondo quanto risulta a questa testata la cessione al fondo Blackstone è molto vicina e l'annuncio potrebbe arrivare anche nel fine settimana, in concomitanza con la scelta di Popolare Italiana. L'esito? Potrebbe riservare sorprese per il conto economico, grazie ad una importante plusvalenza sui valori di carico.
COMMENTA LA NOTIZIA