1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Mondo ›› 

Alcoa torna in utile e batte le attese, avvio sprint della stagione delle trimestrali Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nell’attesa di sviluppi sulla questione del debito, negli Stati Uniti si è avviata ufficialmente la stagione delle trimestrali societarie, con i risultati di Alcoa. Il colosso dell’alluminio, che ha lasciato il mese scorso il Dow Jones dopo 54 anni di presenza sul listino per passare sull’S&P500, ha inaugurato ieri, come da tradizione, la nuova earning season presentando conti superiori alle attese.
Nel terzo trimestre dell’anno Alcoa è tornato in utile e ha snocciolato numeri migliori delle aspettative. Nel periodo luglio-settembre il risultato netto è stato positivo per 24 milioni di dollari, ossia 0,02 dollari per azione, contro la perdita di 119 milioni (0,11 dollari per azione) del periodo precedente e il rosso da 143 milioni (ossia 0,13 dollari per azione) dell’anno prima. Depurato da poste straordinarie, l’utile netto si è attestato a 0,11 dollari per azione, decisamente sopra le stime del mercato ferme a 0,05 dollari.
Migliori delle aspettative anche i ricavi, che seppur in calo dell’1,2% rispetto al corrispondente periodo del 2012 a causa della debolezza dei prezzi dell’alluminio, si sono attestati a 5,77 miliardi di dollari, sopra le previsioni degli analisti pari a 5,63 miliardi. “la nostra performance in questo trimestre mostra che il  riposizionamento della società è sulla strada giusta”, ha commentato Klaus Kleinfeld, presidente e amministratore delegato di Alcoa. Il gruppo rimane fiducioso anche per il resto dell’anno, confermando la previsione di una crescita della domanda di alluminio del 7% nel 2013.  
La reazione del titolo alla trimestrale è stata positiva. L’azione ha chiuso la seduta a Wall Street con un calo dello 0,38%, ma dopo la diffusione dei conti avvenuta a mercato chiuso, ha rimbalzato. Nella sessione after-hours infatti il titolo ha mostrato un progresso superiore a 3 punti percentuali. 
Le prossime società Usa ad alzare il velo sui conti saranno le banche, con JP Morgan e Wells Fargo in agenda venerdì 11 ottobre.