1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Al via la Star Conference: aumenta il peso degli istituzionali esteri nel segmento

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cresce dal 68 al 72% il peso degli investitori istituzionali esteri nel capitale delle società quotate sul segmento Star di Borsa Italiana. Lo rileva la terza edizione dello studio “Gli Investitori Istituzionali nel segmento Star di Borsa Italiana” elaborato da IR TOP in occasione della Star Conference che prende il via oggi a Milano per proseguire nella giornata di domani.


Lo studio ha analizzato il cambiamento nelle partecipazioni rilevanti degli Investitori Istituzionali all’interno del capitale delle società quotate sul segmento Star dal marzo 2009. Il numero complessivo degli investitori istituzionali, sulla base dei dati Consob al 2 marzo 2010, è pari a 79, di cui il 72% esteri.

Il confronto con i dati del marzo 2009 evidenzia che in un anno particolarmente difficile per il mercato finanziario il numero complessivo degli investitori attivi sul segmento Star si è mantenuto sostanzialmente invariato: in particolare si è verificato un flusso in entrata di 28 nuovi investitori rispetto ai 31 che hanno ridotto le loro partecipazioni al di sotto del 2%.


In crescita il numero degli investitori esteri, pari a 57 (56 nel 2009): il flusso in entrata è di 23 nuovi investitori (tra i quali si segnalano Algebris Investments UK LLP, Balderton Capital EU Holdings Limited, Egerton Capital Limited Partnership, Federated Equity Management Company of Pennsylvania e Goldman Sachs AM International) rispetto ai 22 che hanno portato le loro partecipazioni rilevanti al di sotto del 2% (tra questi Cantillon Capital Management LLC, Columbia Wanger AM LP, Fortis Investment Management S.A. e Schroder Investment Management LTD).


Tra gli investitori italiani 5 hanno fatto il loro ingresso sul segmento (Anima SGR SpA, Eurinvest Finanza Stabile SpA, First Capital SpA, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e Prima SGR SpA) mentre 9 non detengono più quote rilevanti di società STAR (tra cui Azimut SGR SpA, BG SGR SpA, Generali Investments Italy SGR SpA, Kairos Fund, Monte Paschi AM SGR SpA e Pioneer Investment Management SGR SpA). Il flusso netto è quindi negativo di 4 investitori italiani per un numero complessivo pari a 22 (26 nel 2009).


Le partecipazioni rilevanti detenute dai 28 nuovi investitori istituzionali si sono concentrate in particolare nei settori Beni e Servizi Industriali (Servizi Italia, Interpump Group, Reno De Medici, Ansaldo STS), Commercio (Marr) e Servizi Finanziari (Mutuionline, Banca Generali).


“L’analisi dei movimenti delle partecipazioni rilevanti per settore – spiega Anna Lambiase, Amministratore Delegato di IR TOP – evidenzia un flusso in entrata nei settori Commercio, Beni e Servizi Industriali e Servizi Finanziari e un flusso in uscita dai settori Edilizia, Salute, Automobili e Componentistica, Banche e Media. A marzo 2010 il 67% delle società vede nel proprio azionariato la presenza di almeno un azionista istituzionale rilevante; il 40% delle società, invece, ne presenta almeno due. In particolare, la società che detiene il maggior numero di azionisti istituzionali rilevanti è Yoox, con 7 investitori, seguita da Interpump Group (6 investitori). L’investitore estero più attivo nel segmento STAR è Bestinver Gestion SGIIC SA, mentre quello italiano è Kairos Partners.”