Al via la più grande Ipo del Medio Oriente

Inviato da Marco Barlassina il Mer, 21/11/2007 - 11:24

L'Ipo più importante di ogni tempo per l'area mediorientale sta per materializzarsi. Sarà quella di Dp World, società portuale controllata dal governo di Dubai e tra i primi operatori del settore a livello mondiale. In caso di esercizio della greenshoe, l'Ipo avrà infatti raccolto capitali per 4,96 miliardi di dollari, superando i 4 miliardi dell'Ipo di Saudi Telecom avvenuta nel 2003.

Il prezzo di collocamento per le azioni della società si è attestato - si apprende da una nota - a 1,30 dollari, il massimo della forchetta di prezzo, con sottoscrizioni pari a 15 volte la quantità disponibile. Al prezzo di collocamento la società ha un valore di mercato di 21,6 miliardi. Sul mercato andrà il 23% del capitale contro il 20% inizialmente prospettato, proprio per l'inaspettato eccesso di domanda. "Il fatto che i titoli abbiano avuto una così forte richiesta - ha spiegato il presidente, il sultano bin Sulayem, nella nota - riflette la fiducia del mercato. Dp World avrà una solida base di investitori internazionali". Joint global co-ordinators e join lead managers dell'operazione saranno Deutsche Bank, Merrill Lynch, Millenium Finance Corporation e Shuaa Capital.

Dp World  è già stata attiva negli scorsi mesi sul mercato dei capitali. Nel luglio 2007 Dp World Limited ha messo sul mercato un bond del valore di 5 miliardi di dollari, mentre Dp World Sukuk Limited ha emesso un bond islamico (obbligazione simile a un Bot, conforme alla shari'a, non prevedendo interessi monetari) sul Dubai International Financial Exchange e sul London Stock Exchange. Non è escluso che parte dei capitali raccolti attraverso l'Ipo vengano utilizzati al servizio della scadenza dei prestiti.

Dp World era già balzata agli onori delle cronache nel 2006 quando aveva annunciato l'acquisizione, per 6,9 miliardi di dollari, della britannica P&O.

COMMENTA LA NOTIZIA