1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Airbus e Boeing scelgono la fabbrica globale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oltre a Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna, le quattro nazioni azioniste della società, Airbus sta trattando con almeno altri dieci paesi, possibili partner nel programma del nuovo aeroplano A350XWB lanciato all’inizio di dicembre. Nell’elenco figurerebbero, oltre all’Italia, con Finmeccanica, anche India e Cina, i due mondi ai quali è principalmente legato lo sviluppo dell’industria aeronautica. La vigorosa domanda locale indiana, unita al bisogno di trovare gli ingenti fondi necessari allo sviluppo del nuovo jet (11,6 miliardi di euro), ha spinto Airbus a seguire la strada intrapresa dal concorrente americano Boeing per la costruzione in corso del B-787 Dreamliner. Con il lancio di quest’ultimo il gigante americano decideva di compiere tre cambiamenti radicali per riconquistare la supremazia del mercato insidiata da Airbus: l’applicazione di una diversa filosofia del trasporto aereo tra i continenti – il punto a punto – con aerei di media capacità, un balzo tecnologico e una condivisione del know-how del progetto. Con tale impostazione è nato il Dreamliner che ha trasformato i paesi una volta soltanto subfornitori di parti a bassa tecnologia e bassa capacità manifatturiera in partner a tutti gli effetti, nei rischi come nei vantaggi.