1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Aim Italia: cresce il settore digital sul mercato Aim nel I semestre 2015

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cresce il settore digital sul mercato Aim Italia nei primi sei mesi del 2015. Lo rileva l’Osservatorio Ir Top su Aim Italia dall’analisi condotta sul campione delle
14 aziende Aim della Digital Economy. Si tratta di DigiTouch, Mobyt, Axélero, Tecnoinvestimenti, GO Internet, Tech-Value, MailUp, Triboo Media, Expert System, Digital Magics, MC-link, Primi sui Motori, Softec, Neurosoft. In particolare, l’identikit dell’azienda digital italiana quotata nel primo semestre 2015 vede i ricavi medi pari a 11,4 milioni di euro, in crescita del 25% rispetto al 2014; l’Ebitda medio pari a 1,8 milioni, con una crescita media del 17% rispetto all’analogo periodo del 2014; 35 milioni di euro è il valore medio della capitalizzazione di mercato, rappresentativa del 18% del totale sul mercato Aim Italia; +15% i nuovi posti di lavoro creati in media rispetto all’anno precedente.

“Il settore digital conta oggi 14 aziende quotate su Aim Italia e rappresenta il 21% del mercato in termini di società, il 22% di raccolta e il 18% di capitalizzazione”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Ir Top, Anna Lambiase, sottolineando che “il comparto registra buoni fondamentali nel primo semestre del 2015, evidenziando una significativa crescita dei ricavi, +25% in media, e un incremento di marginalità (+17%), con un Ebitda margin medio che si attesta al 12%. Tra il 2014 e la prima metà del 2015 sono state 9 le Ipo digitali, per una raccolta totale pari a euro 116 milioni”. “Auspichiamo per questa seconda metà dell’anno un ulteriore afflusso di nuove aziende con interessanti Equity story e progetti innovativi – prosegue Lambiase – il mercato Aim Italia costituisce un canale privilegiato di accesso a nuovi capitali per tutte le società legate all’economia digitale caratterizzate da un accentuato fabbisogno di risorse finanziarie e da un core business in continua evoluzione ed espansione”.