Agricole: "soci fedeli di Intesa, ma vogliamo valorizzare i nostri interessi"

Inviato da Laura Vezzoli il Gio, 07/09/2006 - 09:27
Continua la saga Intesa-Sanpaolo. Ieri il Crédit Agricole ha ribadito il proprio sostegno all'operazione ponendo però alcune condizioni. "Siamo azionisti fedeli di Intesa, favorevoli alla fusione con Sanpaolo Imi, ma serve un accordo sulle strategie che valorizzi nostri interessi" hanno dichiarato i francesi. "Non c'è ragione per non incoraggiare il progetto di Intesa", ma "noi vogliamo mantenere i nostri interessi in Italia rafforzandoli" ha dichiarato a margine della presentazione della semestrale Renè Carron, presidente dell'istituto di credito. Il manager ha poi aggiunto che se Crédit Agricole cedesse la propria partecipazione in Intesa, pari al 17,8%, la banca realizzerebbe una plusvalenza di 2 miliardi. La superbanca "ci conduce a ridefinire la nostra strategia - hanno poi aggiunto i francesi - Al momento abbiamo davanti a noi mesi di lavoro". Insomma l'Agricole sembrerebbe intenzionata ad alzare le proprie richieste. Come contropartita alla sua diluizione post-fusione, una parte dei 600 sportelli che la superbanca dovrà cedere per limiti Antitrust potrebbe non bastare più.
COMMENTA LA NOTIZIA