1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Agenda macro: focus sui dati del lavoro Usa, ma non solo. Ecco gli appuntamenti clou della settimana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si è entrati oggi nella prima settimana di ottobre e nell’ultimo trimestre dell’anno, che sarà caratterizzato da appuntamenti cruciali sia sul fronte politico, con le elezioni presidenziali negli Stati Uniti e il referendum costituzionale in Italia, sia a livello societario, e in particolare per le banche italiane, alle prese con piani industriali e processi di ricapitalizzazione. La partenza dell’ultimo trimestre dell’anno potrebbe portare gli investitori a ripensare alle loro strategie, pertanto nelle prossime due settimane potremmo assistere a una rotazione di portafoglio, anche importante”, ha commentato Vincenzo Longo, market strategist di IG. Guardando ai prossimi giorni, l’appuntamento clou sul fronte macro sarà con i dati sul mercato del lavoro americano, che verranno interpretati anche alla luce dei commenti che arriveranno da molti membri della Federal Reserve.

Nel dettaglio, l’agenda macro di questa settimana prevede domani martedì 4 la decisione di politica monetaria della banca centrale dell’Australia e dell’India. In programma anche il discorso Jeffrey Lacker, governatore della Fed di Richmond, e di Charles Evans, governatore della Fed di Chicago. Mercoledì 5, attenzione alla lettura finale dell’indice Pmi servizi dei diversi Paesi membri e dell’intera Eurozona. In uscita anche le vendite al dettaglio nella zona euro. Giovedì 6 la Banca centrale europea pubblicherà i verbali dell’ultima riunione. Infine, venerdì 7 sarà una giornata intensa. Nel corso della mattina verrà diffusa la produzione industriale di Francia, Gran Bretagna e Germania. L’attenzione rimane altissima sulla Germania, dove le ultime indicazioni macro sono state piuttosto deludenti. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti verranno comunicati gli attesi dati sul mercato del lavoro a settembre e quindi il tasso di disoccupazione e la variazione degli occupati nel settore non agricolo. In programma anche i discorsi di Stanley Fischer, vice governatore della Fed, Loretta Mester (governatore Fed Cleveland), Esther George (governatore Fed Kansas City), Lael Brainard (governatore Fed).