AGENDA DEL GIORNO: i vertici dei governi europei muovono contro la crisi

Inviato da Alessandro Piu il Mar, 10/07/2012 - 09:25
Si è conclusa a tarda notte la riunione dell'Eurogruppo. Le proposte lasciate sul tavolo dal Consiglio europeo di fine giugno sono state confermate. I fondi salva-Stati potranno acquistare obbligazioni di Paesi sotto attacco speculativo secondo il disegno di scudo-antispread sostenuto dal primo ministro Mario Monti. Le banche spagnole otterranno una prima tranche di aiuti da 30 miliardi di euro entro fine luglio e, in generale, l'intervento del fondo Esm per il salvataggio di istituti bancari potrà essere diretto sul settore bancario senza gravami per i bilanci degli Stati. Infine sempre alla Spagna è stato concesso un anno di tempo in più, fino al 2014, per raggiungere un rapporto deficit/Pil al 3%. Due soli i dati macroeconomici da monitorare nel corso della seduta. La produzione industriale italiana nel mese di maggio: il consensus prevede un nuovo forte calo dell'8,6% su base tendenziale dopo il -9,2% della rilevazione precedente. Il dato è in uscita alle 10. La produzione industriale britannica (10:30) dovrebbe essere invece in calo del 2,1% sempre su base annua. Già reso noto il dato francese che ha segnato un arretramento dell'1,9% mensile, peggio delle attese degli analisti (-1%). Da segnalare oggi anche l'intervento a Londra del membro Fed Bullard sull'Eurozona e del presidente della Bundesbank Weidmann alla Corte costituzionale tedesca impegnata sui dubbi di incostituzionalità del meccanismo di funzionamento dell'Esm sollevati da alcuni parlamentari.
COMMENTA LA NOTIZIA