AGENDA DEL GIORNO: Eurogruppo straordinario in teleconferenza

Inviato da Alessandro Piu il Ven, 20/07/2012 - 08:49
Quotazione: ASX
Quotazione: SINGAPORE STRAITS
Quotazione: GENERAL ELECTRIC
Quotazione: HONG KONG HANG SENG
Quotazione: TOKYO TOPIX 1
Quotazione: SEOUL KOSPI
La cruda realtà del punto di non ritorno vicino al quale si trova la zona euro è apparsa evidente ieri nelle parole di tre diversi protagonisti politici dell'Eurozona. Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble ha dichiarato al Parlamento tedesco riunito per dibattere il piano di aiuti alle banche spagnole, che anche la sola percezione di insolvenza della Spagna potrebbe causare un contagio nella zona euro. La cancelliera Angela Merkel ha detto di essere ottimista ma "il progetto euro potrebbe fallire". Il ministro del Bilancio spagnolo Cristobal Montoro infine, ha affermato che nelle casse pubbliche spagnole non c'è più denaro per pagare i servizi e che senza l'acquisto di titoli di Stato da parte della Bce la Spagna sarebbe fallita. Dichiarazioni che hanno fatto da corollario a un'asta di titoli di Stato spagnoli insoddisfacente con un rapporto bid to cover in forte calo e tassi di interesse in crescita. Lo spread sul mercato secondario è salito sopra quota 570 con un rendimento del decennale che ha sfiorato il 7%.

Eppure le Borse europee hanno oscillato ma non hanno arretrato. Anzi, hanno terminato le contrattazioni al rialzo (Madrid +0,63%) in attesa del voto del Parlamento tedesco sul piano di aiuti alle banche spagnole (giunto in serata) e dell'Eurogruppo straordinario di oggi (dalle 12:00). I ministri delle Finanze dell'area euro sono chiamati a discutere il testo definitivo del memorandum di intesa con la Spagna per l'aiuto al settore bancario. Dei 100 miliardi di euro previsti 30 verranno messi a disposizione subito. Inoltre, se le banche spagnole dovessero utilizzare una cifra inferiore ai 100 miliardi come ipotizzato, la restante parte potrebbe essere utilizzata per sostenere i titoli governativi. Per l'Italia in serata è arrivata la conferma del rating A- da parte di Fitch. L'outlook rimane negativo.

Anche Wall Street ha scelto di ignorare i dati macroeconomici sotto le attese (vendite di case esistenti e indice Philly Fed) e guardare invece alle buone trimestrali dei titoli tecnologici come eBay. In serata positivi anche i dati di Google mentre Microsoft ha chiuso in perdita per la prima volta in un quarto di secolo. Ha deluso invece Morgan Stanley. Oggi in uscita i risultati di General Electric.

Di tenore opposto la seduta delle Borse asiatiche. A Tokyo il Nikkei ha perso l'1,4 per cento. Ribassi superiori allo 0,50% per Singapore, Shanghai e Mumbay, limitati allo 0,1% e allo 0,18% rispettivamente per l'Hang Seng di Hong Kong e l'Asx di Sydney.

Appuntamenti in rilievo:

ZONA EURO

12:00 Eurogruppo

Attese trimestrali principali:

General Electric: Eps secondo trimestre 2012 0,371 dollari

Alessandro Piu
COMMENTA LA NOTIZIA