1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

AGENDA DEL GIORNO: banche centrali protagoniste

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le banche centrali tornano protagoniste sui mercati nella seduta odierna. Si tengono le riunioni di Bank of England e Banca centrale europea. Entrambi gli istituti dovrebbero agire sulle leve a disposizione per sostenere un’economia in difficoltà. La Bce è attesa abbassare i tassi di interesse al minimo storico dello 0,75%. Più incerta le decisione sul tasso di deposito, la remunerazione offerta sul denaro parcheggiato dalle banche presso la Bce, attualmente allo 0,25%. Una sua riduzione renderebbe meno conveniente tenere il denaro fermo a Francoforte. La speranza è che le banche tornino a far circolare moneta tra loro e verso l’economia reale allentando il credit crunch. La riunione della Bce sarà seguita alle 14:30 dalla conferenza stampa del governatore Mario Draghi. Non è previsto invece alcun taglio dei tassi da parte della Bank of England ma un aumento dell’obiettivo di acquisto di asset a 375 miliardi di sterline da 325 attuali.

Riapre Wall Street dopo la chiusura per la festività dell’Independence Day. Tra i dati macroeconomici da segnalare l’anticipo del check-up sul mercato del lavoro (domani) con la diffusione alle 14:30 della variazione degli occupati calcolata dall’Adp. In giugno il consensus prevede 100.000 nuove unità di lavoro create da 133.000 precedenti. Sempre alle 14:30 le nuove richieste di sussidi settimanali di disoccupazione sono attese a 385.000 da 386.000 precedenti. Infine, alle 16:00, l’indice Ism non manifatturiero del mese di giugno dovrebbe essersi contratto leggermente a 53 da 53,7.

Sul mercato primario dei titoli di Stato si presentano oggi Spagna e Francia. Madrid offre in asta obbligazioni con scadenza 2015 , 2016 e 2022 per 2-3 miliardi di euro. Parigi propone bond con scadenza 2019, 2022 e 2023 per 7-8 miliardi di euro.