1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Agcom: scelta vertici Telecom prima che sia troppo tardi

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiudere. Chiudere in fretta, senza nessuno slittamento dell’ultima ora, entro i primissimi giorni della prossima settimana il capitolo dei vertici di Telecom Italia. Lo ha dichiarato ieri il presidente di Agcom Corrado Calabrò rimarcando che competitor europei stringono i tempi su decisioni urgenti nel riassetto di Telecom Italia. Lo sblocco dell’empasse in Mediobanca dove è stato convocato per lunedì mattina il comitato nomine (presieduto da Cesare Geronzi e composto da Dieter Rampl, Vincent Bolloré e Marco Tronchetti Provera), per dare il viatico ufficiale al nuovo vertice Telecom composto da Gabriele Galateri e Franco Bernabé, ha messo fine al tormentone che rischiava di compromettere l’immagine di Telecom e la solidità del nuovo assetto di controllo che vede riuniti in Telco i soci italiani (Generali, Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Sintonia) e la spagnola Telefonica. Apparentemente siamo agli ultimi metri del lungo percorso che ha portato alla soluzione finale: dopo le “nomination” di lunedì in Mediobanca toccherà a un consiglio d’amministrazione straordinario di Telecom (che potrebbe tenersi il giorno successivo) procedere alla cooptazione dei due nuovi consiglieri e alla successiva distribuzione delle deleghe al nuovo presidente e al nuovo amministratore delegato che sostituiranno Pasquale Pistorio e Riccardo Ruggiero. Certa anche la conferma in consiglio, come vicepresidente, di Carlo Buora per la cui permanenza nel board di Telecom si sono battuti i Benetton e il management di Mediobanca capeggiato da Renato Pagliaro.