Affari a cinque stelle a Venezia

Inviato da Redazione il Gio, 22/11/2007 - 12:46
Affari a cinque stelle in piazza San Marco. Dopo il Four Seasons, la catena Fairmont hotels&resorts, gli alberghi Hilton tocca a Venezia diventare il palcoscenico di un'operazione dell'hotellerie di lusso. Tra i banchieri della City si sussurra che una società saudita farà presto shopping nella città dei Dogi. Il misterioso acquirente sarebbe in realtà il principe Al Waleed, tredicesimo uomo più ricco del mondo, a cui poco importa se l'Italia nel primo semestre di quest'anno si è aggiudicata il titolo di fanalino di coda del settore alberghiero secondo una ricerca della Deloitte.

I gioielli su cui ha messo gli occhi il Warren Buffett d'Arabia sono pezzi unici che ben sapranno ripagare il conto salato da pagare alla fine della corsa: secondo alcuni documenti che Finanza.com ha avuto modo di consultare nel mirino del principe sarebbero finiti l'Albergo all'Angelo e quello Ponte dei Sospiri che si trovano in palazzi del 1700 e l'Hotel Donà Palace, tutti recentemente ristrutturati. Un restyling costato oltre 2 milioni di euro per queste residenze trasformate in hotel di lusso che oltre a vantare a un'eccellente posizione di prestigio, essendo tutti nell'area Marciana nelle vicinanze della centralissima piazza San Marco, vantano tra il loro bouquet di clienti star del jet set internazionale.

Ma non solo: anche il Ristorante all'Angelo, la Trattoria La Canonica e il Ristorante HK farebbero parte dell'affaire. Al dossier riservatissimo si starebbe lavorando per raggiungere un accordo tra la proprietà, la famiglia Carrain e l'emissario della società saudita.

I giochi però potrebbero non essere chiusi: l'immobiliarista Zunino si sarebbe infatti detto interessato e avrebbe chiesto una copia del dossier. Senza contare visto il recente attivismo che anche qualche fondo di private equity potrebbe farsi avanti. La corsa all'offerta al rialzo potrebbe ripagare la famiglia Carrain della sofferta decisione di disfarsi di questi gioielli di famiglia. Gli alberghi veneti sono stati ereditati dai due fratelli alla morte del padre Vittorio un anno fa, il 16 novembre 2006.
COMMENTA LA NOTIZIA