1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Affaire Stx: Francia pronta a cercare altri partner, ma Fincantieri appare unica soluzione

Domani l’incontro a Roma tra il ministro francese La Maire e il duo Padoan-Calenda per valutare un possibile accordo su Stx. Parigi pensa ad alternative, ma Fincantieri appare l’unica strada

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire, si appresta a volare domani mattina a Roma per cercare di raddrizzare i rapporti con l’Italia e trovare un compromesso che permetta di riformulare l’intesa tra Fincantieri e lo Stato francese su Stx France. Il governo transalpino, sotto la regia diretta del presidente Emmanuel Macron, punta ad allargare l’intesa oltre l’industria civile anche al settore della cooperazione militare.

Settimana scorsa lo Stato francese ha esercitato il diritto di prelazione salendo al 100% dei cantieri  evitando così che il controllo finisse a Fincantieri.

Parigi tenta il compromesso, Calenda non ci sta

In un’intervista a Le Journal du Dimanche, il ministro francese dell’Economia ha specificato che dalla base di cooperazione nel settore dell’industria civile, la costruzione di navi da crociera, sarebbe possibile valutare i margini di intesa anche nel settore della cooperazione militare, quello delle unità di superficie al fine di costruire “un grande campione dell’industria navale europea”.

Dal canto suo l’Italia appare intenzionata a mantenere ferma la sua posizione. “Alle loro condizioni non ci stiamo. Come finirà? Che se li riprendono…».” , ha detto il ministro italiano dello Sviluppo economico, Carlo Calenda.

L’alternativa, ha affermato La Maire, è la ricerca di altri partner abbandonando quindi la pista Fincantieri. Una soluzione che La Maire non auspica. Fermo restando che la ricerca di un’alternativa risulta al momento dubbia visto che Fincantieri era stata l’unica pretendente a rilevare la società messa in vendita dai coreani.

Il colosso della cantieristica italiano si era aggiudicato lo scorso aprile la quota di controllo dei cantieri di Saint-Nazaire all’asta fallimentare indetta dai precedenti azionisti di controllo, la coreana Stx. L’asta fallimentare aveva visto Fincantieri unico pretendente.