L'affaire Namisa è andato in porto: consorzio giapponese compra 40% società

Inviato da Redazione il Ven, 17/10/2008 - 10:42
L'affaire Namisa è andato in porto. Il consorzio capitanato dalla trading house giapponese Itochu, comprendente sei gruppi attivi nel settore dell'acciaio, ha investito circa 4 trilioni per una quota pari al 40% del colosso minerario Namisa. Le sei società nipponiche, produttrici di acciaio, sono Nippon Steel Corp, JFE Steel Corp, Sumitomo Metal Industries Ltd, Kobe Steel Ltd, Nisshin Steel Co e la sud koreana POSCO.
COMMENTA LA NOTIZIA