Acque Potabili, assemblea approva fusione con Nuova Sap

Inviato da Redazione il Lun, 17/10/2005 - 15:24
L'assemblea straordinaria di Acque Potabili ha approvato la fusione per incorporazione di Nuova SAP, controllata pariteticamente da AMGA e Smat Torino, in Acque Potabili. L'operazione costituisce una cosiddetta fusione inversa che segue l'offerta pubblica d'acquisto promossa lo scorso maggio da Nuova SAP sulle azioni ordinarie di Acque Potabili, che ha portato Nuova SAP a detenere il 91,38% del capitale sociale di Acque Potabili. Nuova Sap ha portato però a termine un'operazione di private placement del 3,60% per ripristinare il flottante minimo previsto dalla legge. L'operazione di fusione avverrà attraverso un cambio azionario che prevede l'offerta di 6,14 azioni ordinarie Acque Potabili del valore nominale di 0,50 euro ciascuna per ogni 100 azioni ordinarie Nuova SAP. Al completamento della fusione si procederà all'all'annullamento di tutte le azioni ordinarie di Nuova SAP, all'assegnazione di n. 4.443.518 azioni ordinarie Acque Potabili da nominali Euro 0,50 ciascuna agli azionisti di Nuova SAP in base al rapporto di cambio, all'annullamento di 3.101.933 azioni proprie rivenienti dalla fusione e contestuale riduzione del capitale sociale di Acque Potabili da 4.076.261,00 a 2.525.294,50 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA