1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

E’ accordo Usa sul piano anti-crisi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Democratici e repubblicani, ministri ed esperti hanno continuato a litigare fino a mezzanotte sul maxi-piano di salvataggio finanziario: urlando in modo incivile, divorando nervosamente pizze e affettati, e senza neanche poter usare i blackberry, che erano stati sequestrati per evitare fughe di notizie. George W. Bush continuava a premere per una soluzione rapida. Barack Obama e John McCain seguivano da lontano la trattativa. Anche Warren Buffet è sceso in campo: “Se non vi mettete subito d’accordo sulla manovra – ha detto al Congresso il vecchio saggio di Omaha, facendosi interprete delle preoccupazioni di Wall Street – rischiamo la più grave implosione finanziaria nella nostra storia”. Ai parlamentari non è restato che tapparsi il naso e varare, in tempo per la riapertura dei mercati azionari, un compromesso sul maxi-pacchetto da 700 miliardi. La svolta è stata annunciata verso le 3 di notte dal presidente della camera Nancy Pelosi e dal ministro del Tesoro Henry Paulson.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …