1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Acciaio, Citigroup taglia stime e vede ancora alti rischi al ribasso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per le commodities i rischi di nuovi scrolloni al ribasso dei prezzi sono ancora elevati. Ne sono convinti gli esperti di Citigroup che oggi hanno tagliato nuovamente le stime di prezzo sull’acciaio per il periodo 2008-2010 alla luce dell’aggravarsi della crisi finanziaria che ha portato la banca statunitense a tagliare le stime di crescita economica a livello globale. Ora Citigroup vede il prezzo dell’acciaio a 855 dollari a tonnellata a fine 2008 (-4% rispetto alla precedente stima), a 550 dollari per il 2009 (-39%) e a 400 dollari (-50%) per il 2010. “L’attuale movimento delle commodities assomiglia a quello dei primi anni ’80 – si legge nella nota odierna di Citigroup – e pensiamo che il rischio di downside per le materie prime sia ancora alto”. Per il 2009 le stime sono ora di un calo della domanda del 2%.